lunedì 19 settembre 2016

Sabato 24 Settembre il taglio del nastro del nuovo Centro di Riuso Solidale “Il Formicaio” della Cooperativa Sociale Coesi

E’ tutto pronto per l’inaugurazione del nuovo Centro di Riuso Solidale “Il Formicaio”, gestito dalla Cooperativa Sociale “Coesi”. Una manifestazione formato famiglia ad ingresso gratuito, con un ricco programma di iniziative per grandi e piccini distribuite nell'arco dell'intera giornata,  che vedrà la partecipazione di numerose associazioni locali, che animeranno l’area con musica, teatro, danze, giochi per bambini, buona cucina e tanto altro. Il nuovo Mercato dell'Usato si colloca all’interno delle azioni previste nel progetto “C.O.E.S.I. - Costruzione di Opportunità Educative Sociali ed Imprenditoriali”  della Cooperativa Sociale Scurpiddu di Foggia, premiato da UniCredit Foundation nell’ambito del Bando “Carta E 2016 – Strategie di Coesione Sociale per i giovani”, volto a sostenere l'inserimento lavorativo di giovani a rischio di esclusione sociale attraverso l'offerta di numerosi servizi quali trasloco, sgombero, giardinaggio, verniciatura, governo di animali e lavori di manutenzione casalinga.

Si parte alle ore 11:00 con il taglio del nastro della nuova sede del Centro, più ampia e facilmente raggiungibile, ubicata in Viale degli Aviatori al km 3.500, nelle immediate vicinanze dell'Aeroporto Gino Lisa e subito dopo la Sala Ricevimenti "Corte Corona". Una vasta area di 800 mq con annesso piazzale di pertinenza, che consentirà di ampliare l'offerta di oggetti e mobili usati e soddisfare le esigenze più svariate, sia di chi cerca oggetti utili d’uso quotidiano, sia di collezionisti alla ricerca di pezzi unici e rari di ogni epoca e stile. 
Seguirà un momento di ufficialità che prevede la condivisione con la cittadinanza del progetto e delle differenti attività promosse dalle associazioni partecipanti, accompagnato da un successivo momento di convivialità e socializzazione per festeggiare insieme con un piccolo buffet offerto dalla Cooperativa Sociale Coesi. Sarà quindi possibile visitare il Centro di Riuso Solidale "Il Formicaio",  aperto tutta la giornata per consentire ai visitatori di ritrovare e riscoprire oggetti e mobili di antiquariato e modernariato, oltre a libri, giochi, oggettistica, articoli per la casa e molto altro ancora.

A partire dalle ore 16, dopo la pausa pranzo,  prenderanno il via una serie di attività per bambini ed adulti. In linea con la filosofia e lo spirito dell'evento, volto a promuovere il recupero e riuso dei beni quale buona pratica quotidiana di risparmio e rispetto per l'ambiente, le Associazioni AFaD il Bell’Anatroccolo ed Arte Fa Re realizzeranno il laboratorio di riciclo creativo “Idea-day”, l’Aps Gocce di Pensiero presenterà l’Atelier creativo “Gocce di Sk-ART-o”, che prevede la creazione di un mosaico collettivo, e l’APS Mondo Nuovo di Lucera organizzerà un laboratorio di riuso creativo. I laboratori hanno come comune denominatore la trasformazione di materiali di scarto per fini ludici, aggregativi e creativi. 
Non mancheranno i giochi tradizionali di strada (corsa coi sacchi, tiro alla fune) ed attività sportive per ragazzi ed adulti, rispettivamente a cura dell’Associazione G.A.A.S. e dell’Anpis Puglia. Quest’ultima organizzerà un torneo di biliardino classico ed umano. Previsto anche uno spazio per le favole per bambini. Gli attori del CUT Foggia – Centro Universitario Teatrale - daranno vita ai personaggi delle più note fiabe del patrimonio di racconti e novelle per l’infanzia . 
All'interno della giornata, inoltre, saranno presenti numerosi banchetti informativi delle associazioni che hanno aderito all'iniziativa, tra cui le Associazioni Libera, Logos e Parco Città, che faranno conoscere ai presenti gadget e prodotti a sostegno delle proprie attività. Il pomeriggio prosegue con  le esibizioni/dimostrazioni di tiro con l’arco e scherma storica a cura dell’’Associazione storico culturale Imperiales Friderici II e con le danze popolari tradizionali a cura dell’Associazione  Musica è
Per gli appassionati della bicicletta, l'associazione Cicloamici Fiab installerà uno spazio di ciclofficina mobile ed organizzerà una biciclettata che partirà alle ore 17:30 da parco San Felice per poi giungere,  dopo una  gioiosa pedalata, nel piazzale antistante il Centro di Riuso.
Dalle ore 18:30 musica live a cura di Madame Butterfly and Mr Bear, band made in Foggia composta da Valery Mai (voce e metallofono) e da Vincenzo Mascolo (voce e chitarra), sempre disponibili nel sostenere buone cause.  
In serata il CUT  sarà nuovamente protagonista con la performance teatrale "Le possibilità".
Per gli appassionati di fumetti, sarà possibile ammirare la mostra "Federica & le sue marachelle" a cura dell'artista Umberto Romaniello, che  disegnerà in tempo reale sketch ai visitatori. 
Dulcis in fundo, sul finire dell'intensa giornata, sono previsti punti ristoro per rifocillarsi dopo i giochi, le danze ed i divertimenti, con degustazione di piatti fusion italo-africani a cura di Calebasse, centro multietnico di recente apertura. Sarà inoltre possibile degustare l’olio extravergine di oliva e la confettura di ciliegie, prodotti provenienti da Terra Aut, bene confiscato alla mafia nel 2011, della Cooperativa Sociale Altereco
Come nel precedente mercatino organizzato in data 18 Giugno, l'Associazione fotografica "Scatto matto" sarà presente con una mostra ed estemporanea di fotografia per immortalare e documentare i momenti più significativi della festa.
 In occasione della nuova apertura verrà applicato il 50% di sconto su tutti gli articoli, escluso antiquariato e collezionismo. Inoltre, chi si presenterà all'inaugurazione con il volantino dell'evento, avrà diritto ad un omaggio fino ad esaurimento dello stesso.
Si ricorda che l’attività del Centro non ha fini di lucro. Il ricavato della vendita verrà  utilizzato esclusivamente per le attività del Centro del Riuso o per il proprio auto sostentamento. 

Per info e contatti:
Coop. Soc. "Coesi" Onlus - Centro di Riuso Solidale "Il Formicaio"
Viale degli Aviatori Km 3500, 71121 Foggia
E-mail: info@coesionlus.it
Cell.:3274055616 - 3297919071
Sito web: http://www.coesionlus.it/

Anna la Cecilia
Coop. Soc. Scurpiddu

venerdì 17 giugno 2016

STIP KA TRUV : Mercatino dell’Usato organizzato dalla Cooperativa Sociale Coesi di Foggia

Torna Sabato 18 Giugno, dalle ore 17:00 alle ore 21:00,  il secondo mercatino dell’usato “Stip Ka Truv” della Cooperativa Sociale “Coesi” di Foggia. Un pomeriggio da passare insieme a tutta la famiglia all'insegna della socialità, della cultura e del consumo responsabile, che vedrà la partecipazione anche di altre realtà associative. 


Sarà un’occasione per promuovere la cultura del recupero e del riuso degli oggetti ma anche per risparmiare ed acquistare con sensibilità ed economia, curiosando alla ricerca dell’affare e di prodotti di qualità a prezzi inferiori a quelli di mercato tra i beni dismessi donati da privati cittadini durante le attività di  sgomberi e traslochi della cooperativa, tra cui elettrodomestici, piccolo mobilio, libri, oggetti, indumenti e tanto altro. 

Passeggiando tra le bancarelle del mercatino, che si terrà a Foggia, nel piazzale antistante il capannone gestito dalla Cooperativa Sociale Coesi, sulla Strada Statale 16 al km 680.300  (subito dopo CT CAR, capannone affianco alla Falegnameria  Nigri ed alla Vetreria D’Agrosa), sarà inoltre possibile degustare ed acquistare i prodotti di Terra Aut, terreno agricolo appartenuto un tempo ad un boss mafioso, oggi gestito dalla Cooperativa Sociale “Altereco” di Cerignola.

Anche l’Associazione “Alla Salute” di Foggia scenderà in strada per l’occasione, allietando i più piccoli con il truccabimbi e tanti palloncini dalle più svariate forme, mentre gli adulti potranno raccogliere informazioni su attività, progetti ed iniziative delle associazioni aderenti all’iniziativa, presenti con i propri stand informativi,  tra cui i promotori del progetto “Parco Città” per la riqualificazione di Parco San Felice. A fare da cornice all'incontro, un’esposizione di foto artistiche a cura dell’Associazione “Scatto Matto”, nuova e promettente realtà foggiana. 

L’evento rientra nell’ambito delle azioni del progetto “C.O.E.S.I. – Costruzione di Opportunità Educative Sociali Imprenditoriali”, presentato dalla Cooperativa Sociale “Scurpiddu” e risultato vincitore del Bando “Carta E 2014 – Strategie di coesione sociale a favore dei giovani”di UniCredit Foundation. Lo spirito dell’iniziativa va oltre il semplice mercatino di oggetti usati. Stip Ka truv non ha scopi di lucro e persegue finalità di solidarietà sociale e promozione umana.

 La gestione delle attività della Cooperativa (che si occupa anche di traslochi, sgomberi, piccole manutenzioni casalinghe, giardinaggio, portierato e guardiania, stuccatura e verniciatura, montaggio mobili e governo animali) prevede infatti il coinvolgimento di soggetti svantaggiati, in particolare giovani del territorio, che hanno più difficoltà di altri a trovare lavoro. Vuol essere, dunque, uno spazio di valorizzazione residua di coese e persone altrimenti destinate rispettivamente allo smaltimento ed all’esclusione, per contribuire alla formazione di una coscienza comune sempre più orientata alla sobrietà ed all’integrazione delle fasce di popolazione più deboli.  

La cooperativa Sociale Coesi, nata nel Gennaio 2016, si ispira infatti ai principi che sono alla base della “filosofia della formica”, non a caso simbolo rappresentativo del proprio logo, che può condensarsi nell’attitudine alla parsimonia, alla lungimiranza, al lavoro senza risparmio di energie per superare gli ostacoli che frenano il cammino, muovendosi all’unisono per sostenere la motivazione comune di raggiungere la meta prefissata di autosostentamento, a beneficio dell’intera comunità. 

Per una filosofia della formica che si rispetti, ci auguriamo una consistente raccolta ed un’ampia partecipazione.  Ricordiamo che il ricavato del mercatino, oltre a consentire il funzionamento della Cooperativa Coesi, permette di sostenere missioni umanitarie nei Paesi più Poveri del Mondo.
Per info:
Cell.: 3274055616 - 3297919071
E-mail: info@coesionlus.it - Pec: coesi@argopec.it 
Sito web: www.coesionlus.it 
Anna la Cecilia – Coop. Soc. Scurpiddu e Coop. Soc. Coesi

mercoledì 27 aprile 2016

Nasce “C.O.E.S.I.”, la Cooperativa Sociale per costruire nuove opportunità di lavoro per i giovani

“Un giorno come tanti, in una foresta africana, per l’eccessiva calura scoppia, all’improvviso, un incendio. E tutti gli abitanti, terrorizzati come non mai prima, leone in testa, che pomposamente si fregia del titolo di “re”, si danno subito alla fuga, pur di non correre il rischio di morire arrostiti tra le fiamme. L’unico a non fuggire è un piccolo colibrì che in volo, con una goccia d’acqua nel suo becco, non solo non si allontana ma penetra all’interno della fitta vegetazione con l’intento di riuscire, se ce la fa, a spegnere il fuoco che divampa. Il leone allora che, di lontano, intanto osserva la scena, si rivolge con sarcasmo baldanzoso all’uccello e gli dice:“Ma cosa credi di fare? Non vedi che la foresta sta bruciando?”. E il colibrì serissimo, di rimando, risponde:”Faccio la mia parte”. 

E’ stato presentato Martedì 26 Aprile 2016, presso l’Auditorium “Santa Chiara” a Foggia, il progetto “C.O.E.S.I. – Costruzione di Opportunità Educative Sociali Imprenditoriali”, ideato dalla Cooperativa Sociale Scurpiddu e risultato vincitore del Bando “UniCredit Carta E 2014 – Strategie di Coesione Sociale per i giovani”, promosso da UniCredit Foundation.  “Su circa 200 progetti presentati due anni fa da imprese sociali italiane, ha superato la selezione a cura dell’Università Bocconi” - ha ricordato Giuseppe Ambrosio, Advisor UniCredit Foundation Milano.
Giuseppe Ambrosio, Advisor UniCredit Foundation Milano.
“Nei nostri interventi ci siamo resi conto che il disagio si riesce a contrastare in maniera efficace se dopo un percorso di assistenza, orientamento ed educazione si fornisce a queste persone l’arma  in più che è quella del lavoro e dell’autoaffermazione, in risposta all’interrogativo più allarmante degli operatori sociali che è “Dopo cosa accade?”, ha dichiarato Benvenuto Grillo, Presidente della Cooperativa Sociale Scurpiddu e della Cooperativa Sociale Coesi.
Benvenuto Grillo, Presidente della Cooperativa Sociale Scurpiddu e della Cooperativa Sociale Coesi -Francesca Perrini, Direttore Centro Giustizia Minorile PugliaDon Francesco Catalano, Direttore Caritas Diocesana Foggia
La scelta del nome “Coesi” riflette l’obiettivo primario del progetto, che si sostanzia appunto nella promozione dell’inclusione socio-occupazionale di persone svantaggiate, spesso espulse dai contesti ordinari del lavoro oppure manovalanza per organizzazioni criminali, ai fini della coesione comunitaria. La sfida è cercare con gli strumenti della trasparenza, della legalità e del lavoro di creare opportunità occupazionali attuando quella “combinazione magica che si realizza nell’incontro tra il riscatto personale della persona, che ci mette il proprio impegno nel percorso di inclusione sociale che gli viene prospettato, e l’accoglienza da parte della Comunità a cui quella persona viene restituita”, come sottolineato da Vincenza Rainone, Assistente Sociale dell’U.E.P.E. 
Vincenza Rainone, Assistente Sociale dell’U.E.P.E.Pino Tucci, Coordinatore sede distaccata U.S.S.M. DI FoggiaMassimo D'olimpio, responsabile Public Sector  & Territorial Development Region Sud di UniCredit Foundation.
A differenza della società, infatti, intesa come entità astratta fatta in prevalenza di relazioni commerciali, la Comunità è un’ecosistema in cui la relazione umana diventa preponderante. Allora noi adulti dobbiamo dire a questi ragazzi che appartengono a questa comunità che attraverso l’impegno, il sacrificio e la comunicazione riparativa è possibile riuscire a darci l’esempio e la possibilità di ricredere che nella vita è possibile cambiare” - ha specificato nel suo intervento Pino Tucci, Coordinatore sede distaccata U.S.S.M. DI Foggia.
Il progetto si prefigge di sostenere l’inserimento socio-lavorativo di 10 soggetti svantaggiati del territorio della Capitanata, giovani di età compresa tra i 15 ed i 29 anni che vivono particolari e differenti situazioni di difficoltà, intercettati dalla Cooperativa Sociale Scurpiddu a fronte dell’ampio bacino di utenza in carico direttamente o per conto dei suoi soggetti partner. 
Ciò attraverso la creazione e lo start up di una nuova impresa sociale che prende il nome dall’omonimo progetto che, coniugando la salvaguardia dell’ambiente con la solidarietà e l’occupazione, possa rafforzare l’economia locale e creare nuovi posti di lavoro in un territorio “il cui tasso di inoccupazione giovanile supera il 60%”, come ricordato dal Prof. Vincenzo Pacelli del Dipartimento di Economia dell’Università di Foggia. Quest’ultimo ha evidenziato inoltre che “la Provincia di foggia è un territorio in difficoltà, che ha delle lacune di natura strutturale e che quindi ha bisogno di aiuto, di spirito imprenditoriale, di cultura manageriale e di formazione”.
Prof. Vincenzo Pacelli del Dipartimento di Economia dell’Università di Foggia
Aiuto che in questo caso viene dalle Banche come Unicredit “presente in 50 paesi del mondo, al servizio dello sviluppo territoriale attraverso il sostegno alla nuova imprenditoria nonché attraverso una grande attività di formazione” ha dichiarato Massimo D'olimpio, responsabile Public Sector & Territorial Development Region Sud di UniCredit Foundation.
Esistono però ancora delle criticità nel sistema bancario in generale nell’accesso al credito da parte delle cooperative sociali” ha ricordato Carla Calabrese, Vice Presidente di Confcooperative Puglia, ciò in ragione del fenomeno di “selezione avversa, ovvero di uscita dal mercato delle imprese buone, che hanno la capacità di bypassare il canale del credito perché o si autofinanziano o vanno sul mercato dei capitali, e di entrata delle imprese cattive che invece hanno necessità del credito alle banche che, di conseguenza, alzano i costi in quanto il rischio è più elevato”, ha spiegato il Prof. Pacelli.
Di contro, il rischio per le imprese sociali è rappresentato dai lavoratori giovani ed ancora poco efficienti ed efficaci, in quanto privi di esperienza e portatori di disagio. Una soluzione potrebbe essere rappresentata da Bonus e canali di finanziamento che possano agevolare quelle imprese che scelgono di investire su queste persone e scommettere su sè stesse, ha suggerito Benvenuto Grillo, il quale ha precisato che la Cooperativa Sociale Coesi ha scelto di privilegiare quegli ambiti lavorativi  in cui vi fosse già un’esperienza diretta da parte dei soci fondatori, offrendo diversi servizi che vanno dagli sgomberi di locali ai traslochi; dall'imbiancatura e verniciatura al riassetto e riordino di ambienti; dalle piccole manutenzioni casalinghe allo smontaggio e rimontaggio di mobili; dal giardinaggio al governo degli animali; dal  servizio di portierato e guardiania al facchinaggio.  
Un ampio ventaglio di attività che esprime il voler fare, l’essere disposti a fare qualsiasi cosa ed il voler concretamente mettersi al servizio della comunità”, ha rimarcato la Dott.ssa Francesca Perrini, Direttore Centro Giustizia Minorile Puglia.
Accompagnata dalla Cooperativa Sociale Scurpiddu, a sua volta la Cooperativa Sociale Coesi guiderà i giovani, fungendo da tutor ai beneficiari diretti del progetto, secondo il principio della circolarità del Know How. Circolare è anche il modello di economia che si intende promuovere, trasformando i rifiuti in risorsa e garantendo così la loro reimmissione continua nel ciclo economico. Come ha fatto rilevare il Dott. Giuseppe Parisi, Amministratore di Puglia Recupero s.r.l. “A Foggia manca un luogo dove poter riutilizzare questi beni di cui se ne disfà in maniera molto precoce. Rimetterli a nuovo con dei giovani che hanno voglia di lavorare e sudare per poter praticare questa attività ed al contempo aiutare la sostenibilità dell’ambiente per le generazioni future è stata la scintilla che ha mosso Puglia Recupero a sostenere il progetto e trasferire le proprie competenze alla nuova impresa”. 
Giuseppe Parisi, Amministratore di Puglia Recupero s.r.l. 
Don Francesco Catalano, Direttore Caritas Diocesana Foggia, ha infatti rammentato che “a Foggia c’è molta gente che rovista nei cassonetti, certamente specchio della povertà dilagante ma anche una denuncia, perché noi buttiamo irresponsabilmente la grazia di Dio, oggetti che se inseriti in circuiti virtuosi possono avere vita lunga, servire a qualche altra persona e generare attività lavorativa. Come Caritas cercheremo di dare tutto il nostro apporto affinchè questa formica, che è il simbolo del logo di Coesi, possa acquisire la forza del leone. Faremo pertanto un po' di “assist”, trasferendo e deviando alla nascente Cooperativa molte delle richieste che ci vengono fatte da persone che vogliono donare mobili o che richiedono un servizio di trasporto.”
Il progetto mira per l’appunto a diffondere la cultura del riuso basata sui principi della solidarietà sociale a favore di quelle fasce di popolazione con ridotta disponibilità economica. 
A riguardo, durante i due anni di durata del progetto, è prevista l’apertura del Centro di Riuso Solidale “Il Formicaio” nel quale gli oggetti dismessi, donati o rinvenuti attraverso l’attività di sgombero, verranno selezionati, sistemati, se necessario riparati, in alcuni casi re-inventati e rimessi a disposizione dei cittadini. Il ricavato verrà reinvestito per alimentare sempre nuovi percorsi di inserimento lavorativo dei più giovani e dei soggetti più vulnerabili, nonché per contribuire a finanziare le missioni umanitarie nei Paesi dell’America latina, promosse dall’Operazione Mato Grosso, di cui si condividono scopi e mission.
Il Centro di Riuso Solidale "Il Formicaio" - S.S. 16 - KM 680+300
 “Questo territorio ha bisogno di un forte coinvolgimento ed oggi spero che in ognuno dei presenti ci sia l’impegno di diffondere quello che di positivo e di buono parte da questa terra” - ha continuato la Dott.ssa Francesca Perrini - “La giornata di oggi, che mette insieme a dialogare imprese, istituzioni, banche e cooperative, vuole essere una chiamata in coro a tutta la comunità  per consentire a questa nuova realtà di diventare testimonianza nel tempo di un segmento recuperato che ha voglia di fare e non ha problemi a  sporcarsi le mani”.
Infine, Benvenuto Grillo, ha evidenziato che l’aiuto vero, oltre che dal sostegno delle istituzioni ad aiutare le imprese sociali ad aiutare, è quello che verrà da una città che deciderà di servirsi dei servizi offerti dalla Cooperativa Sociale Coesi e, non ultimo, l’impegno dei giornalisti e delle fonti di informazione di seguire e raccontare con costanza la speranza di un territorio, il coraggio di un colibrì che fa la sua parte con la sua piccola goccia d’acqu
Geppe Inserra, Dirigente Lavoro e Politiche Sociali della Provincia di Foggia
Carla Calabrese, Vice Presidente di Confcooperative Puglia
Giuseppe Parisi, Amministratore di Puglia Recupero s.r.l.
"Vuoi vedere che altri colibrì lo seguiranno e che tutti insieme riusciremo a  spegnere l’incendio? - questa la speranza e la sfida lanciata da Geppe Inserra, Dirigente Lavoro e Politiche Sociali della Provincia di Foggia, moderatore dell’evento, che ha concluso con una metafora d’augurio rivolta alla Cooperativa Sociale Coesi affinché, anche dopo le fasi di start up, possa camminare con le proprie gambe e stare efficacemente sul mercato. “L’ultima scena del romanzo di Capuana, da cui prende il nome la Cooperativa Sociale Scurpiddu, mostra il protagonista che fa volare la poiana che lo aveva accompagnato per tutto quanto il romanzo. In questa scena c’è la tristezza di due vite che si separano dopo aver a lungo convissuto strettamente ma c’è anche il riconoscimento all’autonomia di questa poiana che vola libera e alta. Il mio augurio è che altrettanto facciate voi”. 
Per info Cooperativa Sociale Coesi:
FB https://www.facebook.com/Cooperativa-Sociale-Coesi-Onlus-Centro-di-Riuso-Solidale-Il-Formicaio-721857977926619/?fref=photo
Cell. 3274055616 /3297919071
Sito web in costruzione: www.coesionlus.it




mercoledì 20 aprile 2016

CONFERENZA STAMPA PROGETTO "C.O.E.S.I."


Si terrà Martedì 26 Aprile 2016, presso l’Auditorium “Santa Chiara” a Foggia, a partire dalle ore 09:30, la Conferenza Stampa per la presentazione del progetto “C.O.E.S.I. – Costruzione di Opportunità Educative Sociali Imprenditoriali”, ideato e proposto dalla Cooperativa Sociale Scurpiddu e risultato vincitore del Bando “UniCredit Carta E 2014 – Strategie di Coesione Sociale per i giovani” di UniCredit Foundation. Il progetto, finalizzato all’inserimento nel mondo del lavoro di giovani in condizioni di svantaggio sociale, prevede l’accompagnamento allo start up di una Cooperativa di tipo “B” e l’apertura di un Centro di Riuso Solidale.
Alla conferenza stampa prenderanno parte i diversi partner del progetto, nonché esponenti del mondo dell’economia e del no profit.
Dopo i  saluti istituzionali da parte del Sindaco di Foggia Franco Landella, interverranno in qualità di relatori Dott. Giuseppe Ambrosio, Advisor UniCredit Foundation, Dott. Massimo D'olimpio, Responsabile Public Sector & Territorial Development Region Sud di UniCredit, Dott.ssa Francesca Perrini, Direttore Centro Giustizia Minorile Puglia, Dott. Pino Tucci, Coordinatore sede distaccata U.S.S.M. di Foggia, Dott.ssa Angela Intina, Direttore U.E.P.E.- Foggia, Dott.ssa Carla Calabrese, Vice Presidente Confcooperative Puglia, Don Francesco Catalano, Direttore Caritas Diocesana Foggia, Dott. Giuseppe Parisi, Amministratore Puglia Recupero s.r.l., Prof. Vincenzo Pacelli del Dipartimento di Economia dell’ Università di Foggia, Benvenuto Grillo, Presidente Cooperativa Sociale Scurpiddu e Cooperativa Sociale Coesi. A coordinare gli interventi Geppe Inserra, Dirigente Lavoro e Politiche Sociali della Provincia di Foggia. 
Nel corso della conferenza stampa saranno illustrate nel dettaglio le attività e le finalità del progetto, con un focus sul tema dell’imprenditorialità sociale in rapporto all’economia circolare quale leva per creare occupazione stabile in favore di soggetti svantaggiati, superando logiche assistenzialistiche per andare verso una logica promozionale della persona ed un modello socio-economico più equo e sostenibile, capace di valorizzare potenzialità inespresse e generare al contempo innovazione negli stili di vita e di consumo.
L’incontro si concluderà con un Aperitivo Buffet per tutti i presenti e la possibilità di visitare il Centro di Riuso Solidale “Il Formicaio”, di prossima apertura, ubicato a Foggia sulla S.S. 16 – KM 680+300. I promotori del progetto hanno scelto di aderire all’iniziativa “POSTO OCCUPATO”. Per l’occasione verrà occupata una sedia con un cartello scritto ed un indumento rosso, in memoria delle donne vittime di ogni forma di violenza, che quel posto non potranno mai più occupare.
Si ringrazia la Fondazione Apulia Felix per la gentile concessione dell’auditorium. 
Tutta la cittadinanza è inviata a partecipare.
Anna la Cecilia
Cooperativa Sociale Scurpiddu

mercoledì 16 marzo 2016

IL LIONS CLUB FOGGIA HOST CONSEGNA I PRIMI ARREDI PER IL PARCO GIOCHI DELLA SCUOLA PARISI-DE SANCTIS


Il Primo traguardo è stato raggiunto. 
In un territorio in cui  luoghi e momenti di aggregazione ludica per bambini sono pressoché assenti, tutti insieme siamo riusciti a riportare a nuova vita uno spazio chiuso ed abbandonato, frutto di un lungo percorso di progettazione partecipata partito nel 2011. Un’area dell’istituto "Parisi-De Sanctis", fino a ieri vuota ed anonima, va ora trasformandosi in un luogo sociale, “liberato” dalla rassegnazione ed aperto alle esigenze dei bambini dei Quartieri Settecenteschi. 

Sabato 19 marzo 2016 all’ Istituto Comprensivo "Parisi-De Sanctis", in via Marchese De Rosa 23, a Foggia, a partire dalle ore 10:30, saranno consegnati i primi arredi per il “Parco giochi scolastico” aperto ai bambini dei quartieri settecenteschi della nostra città, frutto della raccolta fondi condotta fin dall’autunno scorso dal Lions Club Foggia Host, che si ringrazia. L’evento si svolgerà alla presenza delle Autorità cittadine, del Dirigente Scolastico dell’Istituto Parisi-De Sanctis dott. Alfonso Rago, delle scolaresche, delle insegnanti e dei partner di progetto: Comitato genitori “Parisi-De Sanctis”, Associazione di Volontariato G.A.A.S. e Cooperativa Sociale Scurpiddu

Grazie alla visibilità data al progetto dalla piattaforma School Raising, che per diversi mesi ha ospitato il progetto, ed all’organizzazione di numerosi eventi di Raccolta Fondi offline ed online, organizzati in questi anni dai partner di progetto, si è raccolta la somma di € 2.309,71, con cui si contribuirà ad acquistare la pavimentazione anti-trauma da collocare sotto i giochi acquistati dai Lions Club. 

Tuttavia, siamo ancora lontani dall’ipotesi di apertura dello spazio alle famiglie del quartiere in orari extrascolastici poiché sarà ancora necessario raccogliere altri fondi per l’acquisto di ulteriori giochi, la sistemazione dei due cancelli di accesso al cortile, l’installazione di un sistema di video sorveglianza e di illuminazione nonché di un sistema di copertura per esterni. Il tutto sarà propedeutico ad una messa in sicurezza definitiva che potrà consentire anche l’autogestione da parte del Comitato dei Genitori nelle Domeniche, nelle festività o comunque in orari extrascolastici, sulla base di un regolamento di gestione che sarà condiviso con il Comune di Foggia ed il Consiglio d’Istituto della scuola. 

A riguardo la scuola, in collaborazione con la Cooperativa “Scurpiddu” e l’Accademia di Belle Arti di Foggia, ha partecipato nel Dicembre 2015 all’Avviso Pubblico per la valorizzazione ed il recupero di ambienti scolastici “LAMIASCUOLACCOGLIENTE”, promosso dal MIUR, di cui si attende ancora l’esito, che prevede per l’appunto il recupero del cortile da adibire a parco giochi e la realizzazione di un parco artistico da realizzarsi nel più ampio cortile della scuola, adiacente all’area parco giochi. In tal senso questo primo obiettivo rappresenterebbe un’importante quota di finanziamento per rendere la scuola un polo artistico e ludico per tutto il quartiere. 

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare all’evento.
Anna la Cecilia 
Ass. GAAS /Coop. Soc. Scurpiddu

venerdì 25 dicembre 2015

NATALE NEI QUARTIERI SETTECENTESCHI

Anche quest'anno Babbo Natale ha compiuto la sua magia ed è sceso in strada col suo sacco pieno di giocattoli in spalla.
Un fiume di  renne e piccoli gnomi ha invaso gli antichi vicoli dei Quartieri Settecenteschi per consegnare doni ai bambini.


La magia è stata possibile grazie ai volontari dell'Associazione G.A.A.S., in collaborazione con i volontari del gruppo "Mato Grosso" di Foggia e con i ragazzi della Comunità Educativa Scurpiddu, ma soprattutto grazie ai bambini ed alle famiglie più fortunate che hanno scelto di non gettare i giocattoli usati in buono stato ma di destinarli ai bambini ed alle famiglie in situazione di difficoltà.
Dopo la consegna, tutti a fare merenda presso la sede dell'Associazione G.A.A.S. e della Cooperativa Sociale Scurpiddu, ubicata nei Quartieri Settecenteschi.

Per l'occasione i bambini hanno ascoltato la testimonianza/dono di una volontaria del gruppo "Mato Grosso" di Foggia che ha vissuto l’esperienza della missione in Perù, dove i bambini non solo non possiedono giocattoli ma non riescono nemmeno a soddisfare i bisogni primari (casa, cibo, vestiario).


Se qualcosa dovrà nascere in questo giorno, che sia lo spirito della condivisione.
Buon Natale a tutti.




mercoledì 16 dicembre 2015

CONCERTO DI RACCOLTA FONDI "NOTE IN GIOCO"


Prosegue con nuovi eventi la Campagna di Raccolta Fondi “Un Parco Giochi per i Quartieri Settecenteschi”, promossa dall’Istituto Comprensivo “Parisi-De Sanctis” e dall’omonimo Comitato dei Genitori, in collaborazione con l’Associazione di Volontariato G.A.A.S e la Cooperativa Sociale Scurpiddu.
All’origine della Campagna di Raccolta Fondi vi è un lungo percorso di progettazione partecipata e mobilitazione di coscienze e competenze attorno ad un progetto che, inizialmente di pertinenza solo scolastica, è riuscito ad allargarsi alla più vasta dimensione comunitaria. L’idea, nata dai bambini stessi nel corso di un percorso sulla legalità realizzato negli a.s. 2010/2011 – 2011/2012 dall’ “Istituto Comprensivo Parisi-De Sanctis”, nell’ambito del PON C3 “Legali al Sud”, è quella di recuperare e rigenerare un’area abbandonata ed inutilizzata della scuola da riconvertire in Parco Giochi scolastico aperto ai Quartieri Settecenteschi.
Sabato 19 Dicembre, a partire dalle ore 21:00, si terrà il Concerto di Raccolta Fondi “Note in gioco”, uno spettacolo di solidarietà in cui musica, teatro, sociale e numerosi talenti locali si intrecceranno fra loro sul palcoscenico dell’Auditorium Santa Chiara.  La manifestazione, patrocinata dal Comune di Foggia, è organizzata dai suddetti partner del progetto, in collaborazione con un ampio cartello di associazioni locali che, a vario titolo, contribuiranno alla buona riuscita della serata, tra cui il Ce.Se.Vo.Ca, l’Associazione Culturale “Foto Cine Club”, “Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie – Coordinamento Provinciale di Foggia”, l’Associazione “MamApulia APS" e la “Piccola Compagnia Impertinente”, che presenterà l’evento.
Sono ben quattro gli artisti e le band che hanno deciso di abbracciare la causa e che si esibiranno gratuitamente: Madame Butterfly e Mr Bear, duo folk pop di Foggia formato da Vincenzo Mascolo(voce e chitarra) e Valery Mai (voce); i Carìon, duo acustico di Trani formato da Vincenzo Pappolla (voce ed autore dei testi) e Ilaria Nitti (chitarra e composizione musicale), Salvatore De Padova, in arte Salvo Mizzle, cantautore sangiovannese dallo stile compositivo originale e suggestivo ed, infine, gli Shoe's killin' worm, band foggiana dalle sonorità rock-psichedeliche.
La serata di musica è aperta a tutti i cittadini desiderosi di dare il proprio sostegno alla causa ed, allo stesso tempo, di trascorrere una serata piacevole all’insegna dell’ottima musica dal vivo di band made in Foggia di risonanza internazionale.
L’ingresso è gratuito e ad offerta volontaria. Il ricavato sarà interamente destinato alla realizzazione del Parco Giochi.

PER INFORMAZIONI SULLO SPETTACOLO:
Cell. 328 197 7796
e-mail: associaizione.gaas@gmail.com

PER INFORMAZIONI SUL PROGETTO:
https://www.facebook.com/UnParcoGiochiPerIQuartieriSettecenteschi/?pnref=story http://schoolraising.it/progetti/recupera-con-noi-il-parco-giochi-scolastico-aperto-al-quartiere-e-progettato-dai-bambini/
http://1parcogiochixiquartierisettecenteschi.blogspot.it/
https://www.youtube.com/watch?v=-hmdLhIsW54
https://vimeo.com/41197174

PER EFFETTUARE UNA DONAZIONE:
Conto n. 00000160031 intestato a "Un parco giochi per i Quartieri Settecenteschi"
Codice IBAN IT17D0501804000000000160031

Anna la Cecilia




giovedì 4 giugno 2015

III “DOMENICA A SCUOLA”: L’ASSOCIAZIONE "IL RISVEGLIO DEL DRAGO" DI FOGGIA A SOSTEGNO DELLA RACCOLTA FONDI "UN PARCO GIOCHI PER I QUARTIERI SETTECENTESCHI"

Continua la Campagna di Raccolta Fondi “Un Parco Giochi per i Quartieri Settecenteschi”, promossa dalla Scuola Parisi-De Sanctis e dall’omonimo Comitato dei Genitori, in collaborazione con l’Associazione di Volontariato G.A.A.S. e la Cooperativa Sociale Scurpiddu di Foggia. 
Molte le associazioni che hanno risposto all’appello dei partner del progetto. Dopo la Piccola Compagnia Impertinente, l’Associazione Ciclo Amici Fiab Foggia, l’Associazione Dilettantistica Sportiva “Luigi Siani”, Domenica 7 Giugno 2015, a partire dalle ore 09:30, nel cortile della Scuola Parisi-De Sanctis, la “III Domenica a scuola” avrà come protagonista l’Associazione Sportiva Dilettantistica “Il Risveglio Del Drago” di Foggia, che coinvolgerà i presenti con una dimostrazione e prova di tiro con l’arco tradizionale orientale

https://www.facebook.com/pages/Il-risveglio-del-drago/517571168361553?fref=ts

Per l’occasione verrà allestita in sicurezza, nel cortile della scuola, una postazione di tiro con l'arco, attrezzata con bersagli ed archi. Tiratori esperti ed allievi del Centro Tai Chi Chuan, ubicato a Foggia in Via Oronzo Marangelli, saranno a disposizione per spiegare le tecniche di  tiro e permettere anche ai bambini ed ai partecipanti inesperti di mettere alla prova la propria abilità. 


E’ prevista, inoltre, una lezione gratuita, a cura del Presidente dell’Associazione “Il Risveglio del Drago”, Maria Antonietta Finaldi, di tai chi chuan stile Yang, antica arte marziale cinese nata  come sistema di autodifesa e trasformatasi nel corso dei secoli in una elegante e morbida forma di esercizio per la salute ed il benessere psicofisico. 

Come di consueto, i volontari dell’Associazione G.A.A.S. faranno divertire i bambini con gli antichi e semplici giochi di strada di un tempo, quali la corsa nei sacchi e la bandierina. 
Le mamme ed i papà del Comitato Genitori Parisi-De Sanctis saranno presenti con un banchetto informativo e di raccolta fondi destinati al Parco Giochi scolastico aperto al Quartiere. Ad oggi, la somma raccolta sulla piattaforma School Raising che ospita il progetto dal Primo Aprile 2015, ammonta ad € 735

http://schoolraising.it/progetti/recupera-con-noi-il-parco-giochi-scolastico-aperto-al-quartiere-e-progettato-dai-bambini/

Ancora da quantificare i proventi della raccolta fondi offline custoditi nei salvadanai che saranno aperti al termine della Campagna, che si concluderà il 9 Settembre 2015. 
Entro questa data,  l’obiettivo minimo che ci si è posti, a fronte dei circa 35.000 € necessari per realizzare il parco giochi (acquisto strutture ludiche, rifacimento 2 cancelli, mano d’opera per la messa a livello della pavimentazione, sistema di copertura per esterni, livellamento pavimentazione, pavimentazione anti-trauma, acquisto e posa in opera sistema video sorveglianza) è di raccogliere la somma di € 4300 per l’acquisto del “Villaggio Cameron”, un’articolata struttura ludica che comprende torrette, ponti mobili e  con arrampicata, pertiche, parete con appigli, scivolo e panchette. 

Tutta la cittadinanza, le Associazioni ed Istituzioni locali sono invitate a partecipare all’evento ed a condividere una mattinata all’insegna della spensieratezza, della tradizione e della solidarietà.  


Anna la Cecilia
Associazione G.A.A.S.
Coop. Soc. Scurpiddu

lunedì 25 maggio 2015

UniCredit Foundation premia il progetto foggiano “COESI” della Cooperativa Sociale Scurpiddu


Si è tenuta Lunedì 18 Maggio 2015, in occasione della tavola rotonda “La sfida dell’impresa sociale di mercato”, presso l’UniCredit Tower Hall di Milano, la Cerimonia di premiazione delle 7 organizzazioni non profit vincitrici della quarta edizione nazionale del Bando UniCredit Carta E 2014Strategie di coesione sociale a favore dei giovani ”, promosso da UniCredit Foundation, che ha assegnato un contributo di 60.000 euro a ciascuno dei 7 progetti piu' innovativi e utili volti a favorire l’ inclusione lavorativa di giovani in situazioni di disagio. 
Tra queste, la Cooperativa Sociale Scurpiddu di Foggia che ha presentato il progetto “C.O.E.S.I. – Costruzione di Opportunità Educative Sociale ed Imprenditoriali”, selezionato da una giuria composta dal Comitato Carta Etica, interno a UniCredit, in collaborazione con il Cergas dell’Università Bocconi di Milano, che ha valutato 166 proposte.


Al termine del Bando, i 7 progetti sono stati sottoposti ad ulteriore votazione da parte dei dipendenti di UniCredit in Italia, attraverso l’iniziativa interna “Your Choice, Your Project”, che ha consentito l’assegnazione di un ulteriore contributo di 80.000 euro alle 7 associazioni beneficiarie, distribuito in quota proporzionale alle preferenze espresse. Alla Cooperativa Scurpiddu è stato assegnato un contributo complessivo di € 70.320,00. 
L'idea progettuale nasce dal desiderio di incidere efficacemente sul percorso di autoaffermazione ed integrazione sociale di ragazzi portatori di disagio intercettati attraverso le differenti attività di educativa territoriale e residenziale offerte dalla Cooperativa Scurpiddu, con particolare riguardo verso i ragazzi ospiti della Comunità Scurpiddu, sottoposti a provvedimenti penali e civili,  ampliandone le opportunità di inserimento lavorativo.
Il progetto, della durata di due anni, prevede l’accompagnamento allo start up di una cooperativa di tipo B che prende le mosse dalla decennale esperienza di un “nucleo attivo” del gruppo “Mato Grosso” di Foggia, che si occupa di piccoli lavori a chiamata quali imbiancatura, verniciatura, giardinaggio, pulizie e sgomberi di locali, piccoli traslochi e raccolta di usato in buono stato.   Tale gruppo, che rappresenterà la base operativa della nuova Cooperativa, manterrà lo spirito dell’ “Operazione Mato Grosso”, ispiratore del progetto, devolvendo da statuto, ogni anno, una percentuale dei ricavi delle attività alle missioni del movimento.
A fronte dell’incremento della richiesta di prestazioni da parte di un’utenza sempre più vasta, domanda superiore alla capacità di risposta del gruppo organizzato in forma volontaria, è nata l’idea di professionalizzare tali servizi ed offrire al contempo opportunità formative e lavorative a 15-20 giovani in condizione di svantaggio lavorativo o sociale, di età compresa tra i 15 e i 29 anni, inseriti con borse lavoro, tirocini formativi e voucher (almeno 2 assunzioni a tempo indeterminato). La cooperativa incubatrice fornirà all’ impresa in start up accompagnamento al management, supporto nella diffusione e promozione dell’impresa e quest’ultima coordinerà le squadre di lavoro fungendo da tutor ai beneficiari diretti del progetto, secondo il principio della circolarità del Know How. Circolare è anche il modello di economia che si intende promuovere, trasformando i rifiuti in risorsa, garantendo così la loro reimmissione continua nel ciclo economico.
Al termine del progetto l’idea imprenditoriale prevede l’apertura di un Centro di Riuso di oggetti dismessi, reperiti  attraverso l’attività di sgombero, nella forma di magazzino e punto vendita.
Il progetto avrà importanti ricadute ambientali e sociali, sia in termini occupazionali che di sottrazione di quote importanti di scarti e merci riusabili dal flusso destinato a smaltimento. Oltre alla riduzione generale dei rifiuti prodotti, infatti, si auspica una diminuzione dei livelli di emarginazione ed esclusione sociale di ragazzi entrati nel circuito penale, con  conseguente calo non solo della disoccupazione giovanile ma anche e soprattutto della microcriminalità.

Anna la Cecilia


mercoledì 15 aprile 2015

CAMPAGNA DI CROWDFUNDING PARCO GIOCHI: SEI AL VERDE MA VUOI AIUTARCI ANCHE TU? DONA IL TUO TEMPO

Incontro a scuola con l'azienda
Procede a tutto g.a.a.s. la Campagna di Crowdfunding per raccogliere fondi per la costruzione di un Parco Giochi scolastico fruibile da tutti i bambini dei Quartieri Settecenteschi di Foggia, partita il 1° Aprile 2015 sulla piattaforma School Raising. L’associazione G.A.A.S. e la Cooperativa Sociale Scurpiddu hanno individuato un altro canale per raccogliere fondi, rappresentato da un’azienda leader nel campo della produzione e distribuzione di sistemi di riposo che, per ogni incontro organizzato nella scuola per la promozione dei suoi prodotti e sulla base del numero dei partecipanti, preferibilmente coppie, senza alcun obbligo di acquisto, devolverà una somma alle due realtà associative, che a loro volta faranno confluire sul conto School Raising (IBAN: T 46 V 0501 8016 0000 0000 1676 06).

Il primo incontro si è tenuto Martedì 14 Aprile 2015, dalle ore 17:00 alle ore 18:30, nell’ aula polifunzionale dell’Istituto Comprensivo “Parisi-De Sanctis” , al termine del quale, dopo un piccolo rinfresco, sono stati donati 300 € a favore del progetto. 


Chiunque voglia sostenere il progetto, anche solo con la propria presenza, può recarsi a scuola in Via Marchese De Rosa n. 23 e lasciare il proprio nominativo e numero di telefono in segreteria  oppure può contattare direttamente l’associazione G.A.A.S. all’indirizzo e-mail associazione.gaas@gmail.com o chiamando ai numeri  3204094562 (Benvenuto) o 3292297510 (Anna).

Raggiunto il numero utile dei partecipanti, verrete ricontattati per essere invitati alla prossima presentazione aziendale nonché evento di raccolta fondi.

Anche donare il proprio tempo diviene così un importante gesto di solidarietà che contribuirà alla realizzazione di un progetto che avrà importanti ricadute su tutto il quartiere settecentesco. 

Anna la Cecilia

giovedì 9 aprile 2015

Su "School Raising" parte la Campagna di Crowdfunding per il progetto "Un Parco Giochi per i Quartieri Settecenteschi"


E' partita il 1° Aprile 2015, sulla Piattaforma  School Raising la Campagna online di Crowdfunding, parallela a quella offline partita del 2013,   per il progetto "Un parco Giochi per i Quartieri Settecenteschi", promossa dall’ Istituto Comprensivo “Parisi-De Sanctis” di Foggia e dall’omonimo  “Comitato dei Genitori”, in collaborazione con l’Associazione di Volontariato “G.A.A.S.” e la Cooperativa Sociale “Scurpiddu”. 

Il Crowdfunding (alla lettera “il finanziamento della folla”), volendo usare un gioco di parole, è una sorta di “colletta collettiva e connettiva” che permette da un lato di sopperire alla mancanza di fondi pubblici, dall’altro di colmare la distanza tra i cittadini ed il patrimonio storico-culturale collettivo che, per l’appunto, appartiene a tutti.
Non è solo una moda, né tanto meno un gioco. 
La Campagna, anche se non a caso beffardamente lanciata proprio nel giorno del “pesce d’Aprile”, piuttosto mira a mettere in circolo idee, creatività, risorse, responsabilità e solidarietà.  Nella maggior parte delle culture antiche si tenevano in questo giorno feste di “rinascita” per festeggiare la fine della stagione invernale e l’inizio della stagione primaverile. Ed è proprio la rinascita del Quartiere in particolare e della città tutta che vogliamo auspicare, affinché i cittadini, per una volta, si sentano protagonisti del cambiamento sociale.

Non si tratta solo di chiedere soldi ma di promuovere la partecipazione attiva della collettività alla realizzazione di un progetto, condiviso nelle finalità, approvato e sostenuto socialmente e finanziariamente. E’ dunque espressione di una volontà popolare, di un bi-sogno manifestato e colmato dai cittadini stessi, piuttosto che imposizione di scelte obbligate da parte delle amministrazioni locali, calate dall’alto e talvolta non rispondenti alle reali necessità del territorio. 

In questo caso i piccoli progettisti sono i bambini dei Quartieri Settecenteschi.
La somma totale necessaria per la realizzazione del parco giochi è di € 35.000 ma, grazie alla collaborazione attiva dei genitori ed allo spirito di apertura del Dirigente scolastico, dal 2013 ad oggi sono stati raccolti circa € 2.000,  di cui € 700, finanziati dalla Fondazione “Banca del Monte” di Foggia con il Premio “Cittadinanza Attiva”, sono stati già investiti per l’acquisto di panchine che, in futuro, confluiranno nell’area gioco.
La Campagna online, che si concluderà il 9 Settembre 2015, si pone l’obiettivo minimo di raccogliere la somma di £ 4300 per l’acquisto del “Villaggio Cameron”, un’articolata struttura ludica che comprende  una torretta con tetto, due torrette, una scala di risalita, un ponte mobile, un ponte con arrampicata, due pertiche, una parete con appigli,  uno scivolo e due panchette.

Il Villaggio verrà collocato in un’area inutilizzata del cortile della scuola,  identificata e recuperata dai bambini del Pon “Missione L.e.D. – Legalità e Diritti”, realizzato nell’anno scolastico 2011/2012, che hanno espresso il desiderio di convertirla in un Parco Giochi scolastico aperto a tutti i bambini dei Quartieri Settecenteschi, privi di spazi ludici per l’infanzia.

In questi mesi, sulla piattaforma School Raising
http://schoolraising.it/progetti/recupera-con-noi-il-parco-giochi-scolastico-aperto-al-quartiere-e-progettato-dai-bambini/#tab-id-1

sul blog del progetto 
http://1parcogiochixiquartierisettecenteschi.blogspot.it/

e sulla pagina Facebook dedicata all’iniziativa
https://www.facebook.com/UnParcoGiochiPerIQuartieriSettecenteschi?ref=hl

sarà possibile trovare tutte le informazioni dettagliate sulla Campagna, ricevere news, seguire l’andamento della Raccolta Fondi e scoprire le iniziative e gli eventi programmati sul territorio dalla scuola e dai partner, aperti a tutta la cittadinanza (Domeniche di gioco a scuola, tornei di ping pong, spettacoli teatrali e musicali etc). 
Ad ogni livello di donazione sono associate delle ricompense per i donatori che spaziano da un regalo/sorpresa realizzato dai bambini fino all’inserimento del proprio nome sulla targa di ringraziamento da porre all’ingresso del Parco Giochi.

Per tutti coloro che non sono pratici di soluzioni di pagamento online (IBAN Conto School Raing IT 46 V 0501 8016 0000 0000 1676 06I – IBAN Conto Comitato Genitori IT 17 D 0501 804 000000000 1600 31)  sarà possibile sostenere il progetto anche attraverso micro-donazioni di 1 euro.
Presso la scuola “Parisi-De Sanctis, in Via Marchese De Rosa n. 23,  (e prossimamente anche presso punti strategici ed esercizi commerciali presenti nei Quartieri Settecenteschi) sarà possibile trovare un contenitore/salvadanaio che permetterà  a chiunque, a tutti i cittadini sensibili ai diritti dei bambini, di partecipare ad  una buona causa sociale, essendo la partecipazione dal basso il punto cardine ed il motore del progetto.

I bambini riempiono la nostra vita di allegria, sorrisi, speranze. 
Adesso tocca a noi riempire il loro presente di segni di speranza e sogni che si realizzano. 
Spetta a noi obbedire ai “desideri audaci e visionari dei bambini, che danno ordini al futuro”. 
Che poi, non sono altro che diritti. 
Qui di seguito il Video-Spot ufficiale della Campagna di Crowdfunding, realizzato da Sergio Grillo:


Anna la Cecilia